A.I. Artisanal Intelligence | Settimana della moda di Parigi: Ludovica Amati e Shootingbag 1981
7849
single,single-post,postid-7849,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

Settimana della moda di Parigi: Ludovica Amati e Shootingbag 1981

4. Galerie Cinéma

Settimana della moda di Parigi: Ludovica Amati e Shootingbag 1981

Dopo il successo ad Altaroma, A.I. Artisanal Intelligence approda a Parigi presentando i giovani designer Ludovica Amati e Alessandro Di Cola perShootingbag 1981. Durante la settimana della moda parisienne, accanto agli show-room ospitati sotto le cupole del Grand Palais, in una piccola galleria d’arte, la Galerie Cinema, i due brand italiani hanno visto la presenza di buyer e personaggi di primo piano della moda internazionale.

Da una parte Ludovica Amati con la sua collezione dedicata a una donna che studia e viaggia, osserva ciò che la circonda captando ogni particolare con audace determinazione e intensa sensibilità. Indossa abiti lunghi di organze, tessuti leggeri e tulle di seta che, nudi come il ricordo del corpo, ne esaltano il movimento. Preziosi cappotti dal taglio maschile si alternano a balze su gonne e camicie romantiche sempre impalpabili. La viaggiatrice d’inizio secolo si trasforma in attrice del mondo contemporaneo, donna materna e ultrafemminile che mostrando esasperate lunghezze e sensuali trasparenze ricostruisce sulla cultura ancestrale del passato.

Dall’altra le borse di Alessandro Di Cola, le Shootingbag 1981, realizzate in alluminio come fosse pelle, pezzi unici ispirate alla caccia, al colpo di arma da fuoco ma anche allo scatto fotografico di moda. Designer, pittore e scultore, il giovane designer lavora “sulle espressioni dell’anima che nascono da emozioni vissute, sensazioni provate, e completate attraverso la loro stessa realizzazione”. Partendo dalla ricerca di un dialogo aperto, attraverso una forte tensione, mantenendo equilibrio e uno sguardo attento verso la Natura, giunge al lavoro finale, la materia prima, l’opera. Colore, Eleganza e Forma si completano dando vita alla trama di un racconto.

Ludovica Amati e Shootingbag 1981 sono stati protagonisti di una serata eccezionale dove Diane Pernet, Stephen Jones, Joana Preiss insieme ad altri invitati tra cui gli attori italiani Michele Venitucci e Giorgia Sinicorni e la cantautrice Paola Turci hanno condiviso il successo dei due giovani designer, tra artigianato e made in Italy.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.