A.I. Artisanal Intelligence | Oltre (la testa) il giardino: Francesco Ballestrazzi
3186
single,single-post,postid-3186,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

Oltre (la testa) il giardino: Francesco Ballestrazzi

Francesco Ballestrazzi

Oltre (la testa) il giardino: Francesco Ballestrazzi

Allievo dell’Accademia di Brera, illustratore, ballerino, curatore di vetrine per gli stores Moschino, designer, una personalità eclettica da cui c’è da aspettarsi di tutto, un’inaspettata sorpresa. Ed io che pensavo fosse un giovane designer affacciatosi ora al mondo della creatività: deduzione totalmente errata. Mi aveva tratto in inganno quella sua aria spaesata e timida, sembrava essere li presente fisicamente ma con la mente chissà dove, un altrove inaccessibile per noi altri. Oggi sono certa del fatto che Francesco, il giorno in cui lo conobbi ad A.I.Fair 2012, come ogni giorno, fosse li pronto ad introdurci in un mondo magico, dove i pensieri prendono strane forme da indossare. Come un vero “cappellaio matto” egli tramuta in possibile tutto ciò che sembra impossibile, dando vita a delle creazioni che è riduttivo chiamare cappelli, delle vere e proprie opere d’arte. La sua ultima collezione, The Secret Garden, lo testimonia: ispirata al romanzo di Frances Hodegson Burnett, è un tripudio di piante, insetti, fiori e piccoli animali in pelle, raso, cotone dipinto a mano, tutto secondo le leggi dell’armonia e della natura. Pezzi unici, interamente realizzati a mano con cura al dettaglio, frutto di un’attenta ricerca artistica e di un intuito creativo che non sbaglia mai. E quando Caterina Gatta lo ha voluto con lei in occasione della London Fashion Week, le sue forme poetiche sono state degni testimoni dell’artigianalità italiane all’estero. Francesco si fa interprete dei pensieri femminili. Le sue opere danno parola alla mente, ai sogni e alle speranze di chi li indossa, delle sculture che consentono di accedere nel “posto più dolce, dall’aspetto più misterioso che si possa immaginare”. Bisogna solo farsi coraggio e mostrare a tutti che strane idee abbiamo in testa!

You are not authorized to see this part
Please, insert a valid App IDotherwise your plugin won't work.

No Comments

Leave a Comment