A.I. Artisanal Intelligence | AGANOVICH FW 15/16 | Fool Collection
9356
post-template-default,single,single-post,postid-9356,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

AGANOVICH FW 15/16 | Fool Collection

La Moda per gli Aganovich è un concetto filosofico, una riflessione sul senso dell’essere e sull’esistenza umana. Una visione che procede per allegorie e personaggi archetipici che in ogni collezione Brooke Taylor e Nana Aganovich, da cui nasce il label Aganovich, vanno a indagare. In questa ultima collezione l’ispirazione è il “Fool” Shakespeariano, il giullare e il folle, colui che con lo strumento dell’ironia e della provocazione pone questioni sul nostro essere e sull’io più profondo. Protagonista della loro ricerca è ancora il capospalla in continuo divenire, in ogni look si trasforma diventando un tutt’uno con abiti, camicie e pantaloni. Metamorfosi di volumi che ruotano su una silhouette scultorea e imponente, e si allungano in code e punte che fendono la dimensione spaziale. Una stratificazione di tessuti che rende i cappotti, realizzati con preziosi broccati dalle seterie veneziane di Rubelli, teatrali, vicini al mondo del costume. Nella costruzione una sorta di corpetto segna il punto vita, creando un centro prospettico nelle armonie dei volumi. I materiali sono accostati a contrasto come nei costumi dei giullari delle corti rinascimentali. I broccati sono spezzati da tweed e gessati, tessuti preziosi e raffinati con materiali semplici. Ruvido in opposizione a morbido. Questa tensione romantica e discordante continua anche nei tagli e nella camiceria. Rigidità formali di cotone e organza sono accostate a volumi scivolati e ampi di lane e tweed di giacche e capispalle. La collezione Fool arriva dopo Icon, Mago e Heretic come evoluzione dell’idea Aganovich della donna nella moda contemporanea. “Contrariamente alla semplice realizzazione di abiti, la moda rimane quella forma creativa al di sopra di tutte le altre che si occupa esclusivamente di manifestare il “presente” e come tale porta in se sia futilità che tragedia. Nessuno sa ogni volta chi o cosa evocherà al meglio le tendenze del momento. Questo la rende inutile (per gli outsiders) e disperatamente compulsiva (per coloro che sono coinvolti in essa). Con tutti i designer al lavoro e tutto il prodotto attualmente disponibile questo ingrediente è reso ancora più struggente” spiega Brooke Taylor riguardo la sua idea di Moda in questo momento storico. Una visione colta e letteraria dello stile unica nello scenario internazionale.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.