A.I. Artisanal Intelligence | London Craft Week 2016
9604
post-template-default,single,single-post,postid-9604,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

London Craft Week 2016

“Vi è una magica combinazione di immaginazione, individualità, passione e competenza che si ritrova nelle cose ben fatte, vale per gli edifici, l’illuminazione e le auto come per gli orologi, gli abiti, i gioielli o la scultura. Questa è il pensiero dal quale è nata la London craft week.” Guy Salter, Chairman.

La seconda edizione della London Craft Week, dal 3 al 7 Maggio, ha messo in mostra le eccellenza dell’artigianalità provenienti da tutto il mondo attraverso un fitto programma composto da oltre 130 eventi in tutta la città. Un viaggio tra laboratori nascosti e artigiani sconosciuti accanto a celebri maestri, studi famosi, gallerie, negozi e marchi di lusso.

L’obiettivo della London craft week, è di far capire la qualità in un oggetto, incontrando alcuni dei creatori e degli artisti più rispettati e apprezzati che apriranno le porte dei loro laboratori per mostrare allo spettatore dove tutto a inizio, raccontando la magia dell’artigianato. Dalla selezione delle fragranze dei profumi più famosi a livello mondiale, a come vengono tagliati e lucidati i diamanti, la porcellana dipinta a mano, il vetro soffiato e la calligrafia cinese eseguita dal vivo. Il tutto organizzato in 5 aree geografiche tra Selfridges, Chelsea Physic Garden, dal Mayfair a SE27.

L’idea è quello di mostrare l’artigianato non soltanto attraverso la staticità del prodotto finito o attraverso nomi di brand affermati, ma mostrando l’intero processo e il contesto nel quale l’oggettoviene realizzato.

Oltre al programma pubblico vi è anche un programma solo per collezionisti ed esclusivamente su invito. Un numero limitato di eventi speciali ed esperienze uniche, come quella di prendere il thè in casa di uno dei più grandi collezionisti di Londra, maneggiare ceramiche contemporanee e storiche provenienti dalle collezioni V&A con un vasaio di fama mondiale, partecipare ad un tour privato per le sartorie di Savile Row, bere un drink con David Linley o cenare con Skye Gyngell.

Supportata dal socio fondatore Vacheron Constantin e sponsorizza da Grosvenor Estates e Mulberry, la London craft week è diventata in pochissimo tempo un appuntamento imperdibile per gli amanti dei pezzi unici senza tempo.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.