A.I. Artisanal Intelligence | LIGNEAH – La moda ha una nuova pelle
7208
single,single-post,postid-7208,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

LIGNEAH – La moda ha una nuova pelle

Ligneah

LIGNEAH – La moda ha una nuova pelle

 

Una storia di Made in Italy contemporaneo capace di reinventarsi e reinventare. L’esperienza del padre e la creatività della figlia creano le condizioni per far nascere un prodotto nuovo, geniale, unico capace di sostituire materiali naturali preziosi con un’invenzione della stessa eleganza.

E’ il profondo amore per la natura ad ispirare la creazione di una nuova pelle: il legno reso morbido da tecniche di taglio e applicato su tessuti di fibre naturali. Un’attenzione alla ricerca ma anche alla conservazione dell’ambiente secondo le migliori attitudini creative contemporanee: il legno che viene utilizzato proviene da foreste gestite eticamente nel rispetto dell’intero ecosistema, tanto che per ogni prodotto venduto viene piantato un albero in Niger grazie all’accordo con TreeNation.

Ligneah nasce nel settembre 2012 e da allora ha visto crescere l’interesse per il nuovo prodotto e per la collezione di accessori disegnata da Marta Antonelli, sempre affiancata da Marcello suo padre.

L’occasione di AltaRoma rappresenta la prima uscita ufficiale capitolina e non poteva avere miglior ambientazione che in una delle più importanti Gallerie romane di arte moderna e contemporanea come De Crescenzo & Viesti. Hanno presentato: la collezione S/S 2013, i primi prototipi di accessori uomo, alcuni products di design realizzati da designer e architetti con cui Ligneah collabora e poi il “Gioiello”.  Una pochette gioiello realizzata insieme a Claudia Chianese un’altra artista/artigiana romana unica nel suo genere che realizza gioielli utilizzando legni recuperati in riva al mare impreziosendoli con pietre e metalli. Il Gioiello ha rappresentato un periodo di ricerca sulla forma   frutto della fusione di due menti creative, é stato realizzato grazie all’esperienza di abili artigiani tradizionali che lavorano il ferro o quella della modellista che ha reso possibile la spirale del disegno. E’ un vero simbolo della neocouture romana, della possibilità di reinventarsi sulle solide basi della capacità manuale e artigianale per muoversi verso il futuro di una moda che aspira ad altro.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.